Saremo appunto brevi, solo per togliere qualche dubbio. Le nostre ultime parole sabato in chiosa furono: “…SE NON MERCOLEDÌ MINIME INFILTRAZIONI FRESCHE DA NORDEST, MA POCA COSA”. Questa strusciatella di aria artica proveniente dalla saccatura scandinava ci lambirà appena, cercando di intaccare il PROMONTORIO NORDAFRICANO, che come dicevamo, dopo questa leggera “ritirata” riallungherà le sue zampe su di noi fino a fine settimana (vedi immagine). Quindi nulla di cui paventare.

MERCOLEDÌ: giornata tra il variabile e il nuvoloso, ma in prima mattinata nessun fenomeno. Da mezzodì qualche sporadico nucleo freddo potrà dare il la a isolate pioviggini o forse più facilmente piovaschi, ma sempre a carattere intermittente ed alternati a squarci di sole. Sulle pareti appenniniche o a ridosso si anniderà anche qualche temporale. Da tardo pomeriggio, prima serata riaperture.

DA GIOVEDÌ A DOMENICA: l'hp subtropicale dominerà, fatta eccezione per un po' di aria più fresca ancora giovedì mattina, col grecale che soffierà a rimorchio del rapido fronte freddo di mercoledì.
Poi un'escalation verso termiche da pieno Maggio con ventilazione sudoccidentale, quindi sole al limite appannato da sottili alte velature.
Nell'weekend punte di 25−27 gradi.

Vedremo nel prossimo aggiornamento se poi ci saranno sorprese o quantomeno una dinamicità più accentuata vista la frantumazione del vortice polare.