[riceviamo e pubblichiamo].
Il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore al turismo Nello Fiorucci tirano le somme di questo fine settimana dell’Immacolata, iniziato venerdì 7 dicembre con l’accensione dell’ALBERO DI NATALE PIÙ GRANDE DEL MONDO e proseguito fino a ieri, con un numero strepitoso di presenze che ha segnato un vero e proprio record. « Vedere Gubbio con strade, vie, piazze, locali stracolmi di visitatori e turisti è stata una vera e propria boccata d’ossigeno e un bagno di ottimismo − commentano sindaco Stirati e assessore Fiorucci − confermando la strategia vincente messa in campo dall’amministrazione comunale, frutto di un intenso lavoro di squadra. Il successo riscontrato non è, appunto, figlio del caso ma di un lungo e costante lavoro di coordinamento e promozione efficace e mirata, che vede il Comune alla cabina di regia e registra la piena e crescente collaborazione tra pubblico e privato, con operatori turistici ed esercenti in prima linea. L’eccezionale afflusso era sotto gli occhi e le strutture ricettive hanno registrato il tutto esaurito, non solo quelle del centro storico e del territorio ma anche nei Comuni limitrofi, con ricadute significative sul tessuto economico e sociale. L’ufficio Turismo ha lavorato instancabilmente e ha registrato un flusso continuo per informazioni di vario genere, subissato da telefonate di richiesta di assistenza nella ricerca di posti letto, registrando parcheggi stracolmi, così come ristoranti e musei. Anche se le previsioni erano ottimistiche e già da tempo le prenotazioni facevano ben sperare, la realtà ha superato le migliori aspettative, decretando il successo dell’impegnativo lavoro di progettazione e coordinamento delle iniziative. Basti dire che erano circa 100 gli autobus turistici presenti in questi giorni, segno che la meta era stata scelta da tempo ed erano oltre 1.200 i camper che hanno partecipato all’annuale raduno organizzato dal ‘Camper Gubbio’. La programmazione che l’amministrazione ha messo in campo da alcuni anni sotto il brand ‘GUBBIO CITTA’ DEL NATALE’, è servita a coordinare le varie iniziative e proposte. E’ chiaro che l’accensione dell’Albero di Natale più Grande del Mondo, quest’anno affidata al team delle ‘Frecce Tricolori’, è il magnete che sempre più richiama attenzione da tutto il mondo e non ringrazieremo mai abbastanza il ‘Gruppo Alberaioli’ per l’impegno, il volontariato e la passione che da anni prodigano per realizzare questa autentica meraviglia, simbolo del Natale dell’intera Regione Umbria. La cerimonia è stata diffusa sui principali network italiani e stranieri, trasmessa in diretta da TRG, con spazi ed editoriali in varie testate nazionali. Le diverse attrattive proposte dal progetto ‘Gubbio è Natale’ curato dalla società ‘Land’ incaricata dal Comune, fanno ben sperare per tutto il periodo natalizio fino all’Epifania, visto il ricco menù di proposte. In conclusione, è il conivolgimento dell’intera città ad aver creato quella magia che fa respirare ovunque un’aria di festa. E di questo dobbiamo ringraziare tutti per la collaborazione, e per aver contribuito a vario titolo al successo, dalle associazioni del settore ricettivo come Federalberghi, Host e Iridium, agli Sbandieratori, ai Balestrieri, agli organizzatori dei Presepi nei Quartieri e anche alla Polizia Municipale e alle forze dell’ordine per aver vigilato sui vari aspetti della sicurezza e a tutto il personale del Comune che ha sopportato un ulteriore carico di lavoro. Da sottolineare anche il ruolo svolto dalla Regione, che ha messo in evidenza nella campagna dell’offerta turistica proprio l’Albero di Natale di Gubbio, presente nelle gigantografie in tutte le principali stazioni ferroviarie italiane ed in altre forme in varie città italiane. Questo ci spinge ad un ulteriore salto di qualità e ci responsabilizza a costruire contesti organizzativi sempre più strutturati sulla dimensione di grande città, con le carte in regola per maggiori sfide che siamo pronti a raccogliere. Proseguiremo nell’impegno che ci vede in prima linea nella costruzione di linee di prodotto pensate per soddisfare pubblici diversi, per valorizzare al meglio Gubbio e il suo territorio, rafforzando la strategia comunicativa ».